Omicidio attore porno, condannato a 30 anni l'ex compagno

E' stata accolta così la richiesta del pm, Francesco Grassi, che contestava a Giovanni Cuttitta l'uccisione volontaria e premeditata. Risarcimento di 200 mila euro ai genitori della vittima

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Il gup di Palermo, Mario Conte, ha condannato a 30 anni l'attore porno gay Giovanni Cuttitta, 43 anni, accusato di avere accoltellato a morte Jaime Salvador Tagliavia, suo collega di 35 anni, nel suo appartamento a Palermo. Il gup ha così accolto pienamente le richieste del pm Francesco Grassi che contestava a Cuttitta l'omicidio volontario e premeditato. Il gup ha inoltre riconosciuto 200 mila euro di risarcimento a ognuna delle due parti civili: il padre e la madre di Tagliavia.
Cuttitta, regista e attore porno gay anche lui, e Tagliavia furono trovati a giugno dello scorso anno da un vigile del fuoco all'interno dell'abitazione dell'omicida nel quartiere Guadagna: Tagliavia era morto, Cuttitta invece aveva una corda al collo, con sintomi da soffocamento. Cuttitta non ha mai smentito di avere ucciso il suo compagno, ma ha dichiarato di averlo fatto per difendersi: secondo la sua ricostruzione Tagliavia avrebbe
tentato di strangolarlo con una corda per gelosia. Il presunto assassino aveva infatti da qualche settimana una relazione con un altro uomo. Ma gli inquirenti non hanno creduto alla versione di Cuttitta. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati