Berlusconi: Lampedusa diventi zona franca

L’annuncio al termine del Consiglio di ministri. Prestigiacomo: potrebbe essere un modo per tentare un rilancio dell’isola. E il premier fa sapere che il 28 firmerà il rogito per l’acquisto della villa

ROMA. L'Italia porterà in sede europea la richiesta di far diventare Lampedusa zona franca. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al termine del Consiglio di ministri.
"Abbiamo discusso con Tremonti - ha spiegato il ministro dell'Ambiente, Stefania Prestigiacomo - della possibilità di realizzare la zona franca sull'isola; questo tipo di intervento, che al momento l'Europa non consente, potrebbe essere un modo per tentare un rilancio di Lampedusa". Il ministro dell'Ambiente ha anche parlato di un provvedimento che stanzia 26 milioni di euro di aiuti a Lampedusa è stato approvato oggi dal Consiglio dei ministri.
Berlusconi ha quindi citato "un precedente importante: nel 1855 il re di Napoli aveva dato a Lampedusa la possibilità di essere una zona franca. Credo sarà un elemento di supporto alla richiesta che noi faremo all'Europa".
Intanto il premier ha annunciato che "il 28 giugno firmerò il rogito per la casa individuata a Lampedusa. E' stata sdemanializzata, la potrò così acquistare ed io da quella data non potrò firmare ordinanze di Protezione civile per l'isola a causa di un conflitto d'interesse, ma sarò lampedusano anche io".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati