Agrigento, ospedale San Giovanni: chiesti 8 rinvii a giudizio

La richiesta del Pm nell'ambito dell'inchiesta sulla costruzione della struttura sanitaria con calcestruzzo depotenziato

AGRIGENTO. Una richiesta di rinvio a giudizio di 8 imputati, nell'ambito dell'inchiesta sulla costruzione dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento con calcestruzzo depotenziato, è stata avanzata al Gup dalla locale Procura distrettuale. Il procuratore capo Renato Di Natale, l'aggiunto Ignazio Fonzo, e il sostituto Antonella Pandolfi, hanno sollecitato anche l'archiviazione per altri 21 indagati, la cui posizione è stata stralciata. L'udienza preliminare si terrà il 24 luglio prossimo davanti al Gup Luca D'Addario. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono truffa, falso materiale e falsità ideologica. La richiesta di rinvio a giudizio è stata chiesta per Antonio Raia di 66 anni; Girolamo Traina, di 65; Gerlando Spallitta, di 70; Salvatore Brucculeri, di 56; Francesco Paolo Scaglione, di 61; Francesco Lusco, di 67; Marco Campione, di 50 anni; e Angelo Alletto, di 58. Il 5 marzo del 2009 la Procura di Agrigento iscrisse nel registro degli indagati tecnici, funzionari, manager dell'azienda ospedaliera, progettisti e imprenditori nell'ambito di un'inchiesta sulla qualità dei materiali usati per la costruzione del nuovo complesso ospedaliero di contrada Consolida, a Agrigento, che per un certo periodo fu anche posto sotto sequestro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati