Sicilia, Politica

Cammarata: da Berlusconi 5 milioni per la Gesip

Trasmessa della Presidenza del Consiglio dei ministri alla Regione, l'ordinanza di protezione civile firmata dal presidente del consiglio con cui viene destinato il contributo straordinario che dovrà essere restituito entro il 31 dicembre

PALERMO. Saranno una boccata di ossigeno i cinque milioni di euro in arrivo per gli operai della Gesip, la società di gestione servizi impianti pubblici creata nel 2001 dal Comune di Palermo e da Italia Lavoro SpA, per lo sviluppo dei servizi a favore dell'occupazione.
E' stata infatti trasmessa della Presidenza del Consiglio dei ministri alla Regione, per l'approvazione dell'intesa, l'ordinanza di protezione civile firmata dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi con cui viene destinato il contributo straordinario che dovrà essere restituito entro il prossimo 31 dicembre. Lo ha annunciato questo pomeriggio il sindaco di Palermo Diego Cammarata. L'ordinanza prende spunto dalla necessità di assicurare alla città i servizi forniti dalla Gesip, in particolare quelli al cimitero dei Rotoli, la pulizia nelle scuole e negli uffici comunali, nelle ville cittadine e al canile municipale. In attesa di questi fondi vi sono circa 1.800 lavoratori della società, che nei giorni scorsi sono stati messi nei giorni scorsi in ferie forzate. E che hanno anche protestato per le strade chiedendo garanzie per il loro futuro. "Grazie a queste risorse finanziarie - ha aggiunto - con delibera di giunta sarà possibile consentire la prosecuzione dell'attività della Gesip. Un provvedimento che consente ai lavoratori della società di tornare al lavoro in attesa della soluzione strutturale in discussione all'interno del tavolo interministeriale che tornerà a riunirsi a Roma fra qualche giorno". Cammarata ha già sollecitato la Regione per l'approvazione dell'intesa. Per il sindaco "é anche la prova della volontà del Governo di sostenere concretamente il percorso che sta portando avanti il tavolo tecnico interministeriale ed è il risultato di un impegno costante del Presidente del Senato Schifani e del Ministro Alfano che insieme al sottosegretario Letta e naturalmente a Berlusconi hanno lavorato per questo provvedimento".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati