Elezioni a sindaco, definite le alleanze per i ballottaggi in Sicilia

A Bagheria Sciortino sosterrà Lo Meo, a Vittoria Giambrone ha ritirato l'appoggio a Pippo Nicosia. Ufficiali le liste a Campobello di Mazara. Niente accordi a Ramacca. A Capo D'Orlando Sindoni favoritissimo su Librizzi

PALERMO. Definiti gli apparentamenti in vista dei ballottaggi di domenica e lunedì nei comuni siciliani dove si vota per l’elezione dei sindaco. A BAGHERIA si fronteggiano il candidato del Terzo polo, VINCENZO LO MEO (che è riuscito a ricompattare anche il Partito democratico che al primo turno era andato diviso) e quello del centrodestra BARTOLO DI SALVO. A sostenere il primo una coalizione che comprende Fli, Udc con Casini, Api, L’altra Bagheria, Democratici per Bagheria e Unità democratica. Lo stesso primo cittadino uscente, Sciortino, tiene infine a ribadire che resta fedele al Terzo Polo come esponente dell’Api. «Non accetto in questa fase confusa la poltrona di assessore né dell’uno né dell’altro candidato a sindaco».
VITTORIA il coordinatore regionale di «Italia dei Valori», Fabio Giambrone ritira l’appoggio al candidato sindaco del centrosinistra, PIPPO NICOSIA. Giambrone non ha gradito l’apparentamento con l’Udc: «Idv ritira il proprio assessore designato dalla giunta». Il gruppo di Vittoria, però, conferma l’impegno di Giuseppe Malignaggi come assessore designato. Accanto al sindaco uscente Pippo Nicosia (Pd), ci sono ora Sinistra Unita con Vendola, Udc ed alcune liste civiche. Con CARMELO INCARDONA (Forza del Sud) si schiera l’intero centrodestra, l’ex sindaco Aiello (apparentamento tecnico) ed alcune civiche.
A CAMPOBELLO DI MAZARA il candidato di centrodestra DANIELE MANGIARACINA è l'unico a presentare gli apparentamenti: già sostenuto da Sicilia Vera e Alleanza per la Sicilia ha aggiunto «Popolari e Liberali nel Pdl», «Forza del Sud» e «Noi Sud-Nuovo Secolo». CIRO CARAVA', del centrosinistra, conferma le alleanze del primo turno. Niente apparentamenti nell'Agrigentino. A CANICATTI' si contenderanno la vittoria VINCENZO CORBO, sostenuto da una lista civica (23,05%), e GAETANO CANI, spalleggiato da Fli, Udc e tre liste civiche (20,62%). A FAVARA si sfideranno ROSARIO MANGANELLA, candidato di Forza del Sud, Pid, Mpa, Pdl e due liste civiche (46,03%) e CARMELO VITELLO, appoggiato da Fli ed una civica (37,35%).
A PATTIMAURO AQUINO ufficializza l'alleanza con la lista del gruppo «Progetto Patti», che in prima battuta aveva appoggiato il candidato Nicola Calabria. Tutto come prima, invece, per LUIGI GULLO.
Nessun apparentamento per i due candidati a RAMACCAGIAMPIERO MUSUMECI del Mpa (che al primo turno ha ottenuto il 29,80 per cento) e FRANCO ZAPPALA' del Pd (fermatosi al 25,70). Nessuna sorpresa a Capo d’Orlando: l’uscente Enzo Sindoni (che si è fermato ad una manciata di voti dalla riconferma col 48%) se la vedrà con l’avvocato amministrativista Salvatore Librizzi che riparte dal 24%.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati