La rivolta del '92 raccontata dalle donne del digiuno

PALERMO. La rivolta a Palermo contro la mafia delle "donne del digiuno" rivista e riscritta vent'anni dopo. Una donna della politica, Simona Mafai,  una femminista storica Daniela Dioguardi e un magistrato, Franca Imbergamo, presentano "Ho fame di giustizia" a cura di Angela Lanza (Navarra Editore) domani alle ore 17.30 al Centro Biotos di Palermo (via XII gennaio, 2). Durante la serata verrà proiettato il video di Stella Bertuglia "Le donne del digiuno".
Il libro narra una storia vera, colpevolmente dimenticata. E' l'estate del 1992 a Palermo: l'anno delle Stragi. A maggio è stato ucciso Falcone, a luglio Paolo Borsellino. Per i funerali di Rita Atria la città tace. Pochi familiari, pochi politici, molti giornalisti. Al cancello del cimitero si presenta un gruppo di donne, chiedono giustizia, sul petto hanno un adesivo giallo, c'é scritto "donne del digiuno". Per un mese quelle donne si riuniscono a piazza Castelnuovo, per un digiuno collettivo, per protestare contro l'imbarbarimento della società . Il libro racconta la loro storia attraverso le voci di una delle sue protagoniste - Angela Lanza, curatrice del testo - ed è arricchito di testimonianze dell'epoca e fotografie. Nella seconda parte del testo, a vent'anni di distanza, Rita Borsellino, Daniela Dioguardi e Franca Imbergamo riflettono su quell'esperienza e sui ruoli e le responsabilità di oggi; si unisce alle loro voci la preziosa testimonianza di Piera Aiello.
"La nuova resistenza, così è stata definita la lotta contro la mafia, la presa di coscienza che pervase il Paese dopo le stragi. - racconta Rita Borsellino - E questo deve farci ricordare le tante resistenze che nella storia dell'antimafia sono state mortificate e avvilite. Oggi è più necessario che mai impegnarsi a tutti i livelli. Accanto ai magistrati, soli e delegittimati".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati