Castiglione e Nania: in Sicilia il Pdl vincerà

"Già dalla prossima tornata amministrativa ci sarà un'affermazione del partito, da valutare anche alla luce delle numerose liste civiche e dei sindaci che hanno espresso il buon governo, a partire dall'unica città capoluogo in cui si voterà, che è Ragusa"

Sicilia, Politica

CATANIA. "Riteniamo che già dalla prossima tornata amministrativa ci sarà un'affermazione del Pdl, da valutare anche alla luce delle numerose liste civiche e dei sindaci che hanno espresso il buon governo, a partire dall'unica città capoluogo in cui si voterà, che è Ragusa".
Lo affermano in una nota i co-coordinatori del Pdl in Sicilia Giuseppe Castiglione e Domenico Nania, sottolineando che "i risultati delle elezioni amministrative che si sono celebrate ieri propongono riflessioni: ad eccezione di Milano, dove la campagna elettorale ha assunto toni aspri, il Pdl ha retto in tutte le città.
"Il Pd, per contro - continuano - ha tenuto Bologna e Torino, mentre la sonora bocciatura a Napoli e il successo che De Magistris ha riportato, facendo appello al voto di protesta, non sono certo un buon segno per il centrosinistra". "Per noi in Sicilia, così come abbiamo più volte detto - continuano Castiglione e Nania - l'obiettivo è ricostruire la coalizione aprendo a partiti come Forza del Sud, Pid, La Destra, Noi Sud e, come più volte abbiamo auspicato, rafforzando il rapporto con l'Udc, che per affinità, sensibilità culturali e valori comuni è molto piU' vicina alle posizioni del Centro Destra".
"Dobbiamo inoltre riportare nella coalizione - concludono i co-coordinatori del Pdl in Sicilia - quella parte di Futuro e Libertà che esclude alleanze a sinistra. Il programma sarà successivamente la discriminante per rilanciare l'azione politico-amministrativa del centro destra".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati