Fukushima, morte sospetta di un operaio della centrale

TOKYO. Un uomo di circa 60 anni al lavoro nella disastrata centrale nucleare giapponese di Fukushima 1 è morto oggi dopo aver accusato un malore, portando a tre il bilancio delle persone decedute nell'impianto dal sisma/tsunami dell'11 marzo.    
Le cause del decesso, il primo di una persona impegnata nelle operazioni di messa in sicurezza del sito, non sono al momento note, ma la Tepco, il titolare della centrale, ha fatto sapere che sull'uomo non sono state trovate ferite né tracce di sostanze radioattive.    Secondo il gestore energetico, l'uomo, un lavoratore esterno, aveva cominciato ieri il servizio nella centrale, con mansioni legate al trasporto di materiali, indossando gli indumenti protettivi. La sua esposizione odierna alle radiazioni è risultata di 0,17 millisievert.    
L'uomo si è sentito male stamani poco prima delle 07:00 locali (mezzanotte in Italia), dopo circa un'ora di lavoro, ed é stato trasportato privo di conoscenza nel vicino ospedale di Iwaki, dove i medici hanno confermato il decesso.    
Il lavoratore deceduto aveva operato insieme a un compagno, che tuttavia secondo le informazioni della Tepco non ha accusato problemi di salute.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati