Il Pd siciliano parte civile contro Messina Denaro

Lupo: nel novembre del 2008 nostri esponenti di Castelvetrano furono vittime di gravissime intimidazioni finalizzate a contrastare l'attività politica contro la mafia

PALERMO. Il Partito Democratico regionale si costituirà parte civile nel processo scaturito dall'inchiesta "Golem 2" contro le cosche mafiose trapanesi, in cui è imputato anche il boss Matteo Messina Denaro, che si aprirà lunedì prossimo a Palermo. E' stato deciso nel corso dell'esecutivo regionale, che si è svolto stamattina nella sede del Pd, al quale hanno partecipato, tra gli altri, il segretario regionale Giuseppe Lupo e il segretario provinciale di Trapani, Baldo Gucciardi.
"Abbiamo voluto costituirci parte civile nel processo contro le cosche trapanesi- spiega Lupo - perché nel novembre del 2008 nostri esponenti di Castelvetrano furono vittime di gravissime intimidazioni finalizzate a contrastare l'attività politica contro la mafia del Pd nella provincia di Trapani e in tutta la Sicilia, come si evince chiaramente dagli atti processuali. L'iniziativa ha un forte valore politico che conferma quanto il Pd sia determinato nella lotta a cosa nostra".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati