“Truffa a comuni messinesi”, sequestro da 17 milioni alla Bnl

Operazione della guardia di finanza per la vendita di prodotti derivati a Messina e Taormina. Nell'inchiesta erano già indagati otto funzionari dell'istituto di credito

MESSINA. Un sequestro preventivo di oltre 17 milioni di euro alla Bnl per una presunta truffa ai Comuni di Messina e Taormina con strumenti di finanza derivata è stato eseguito dal Gico della Guardia di Finanza.
Il provvedimento è stato emesso dal Gip Maria Vermiglio, su richiesta del procuratore Guido Lo Forte e del sostituto Vito Di Giorgio. Nell'inchiesta aperta dalla Procura di Messina, erano già indagati otto funzionari dell'istituto di credito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati