Zen, apre la Cittadella dello sport

Inaugurato nel quartiere palermitano l'impianto costato 80 mila euro messi a disposizione da Fondazione per il sud e Caritas. Campi da mini-basket e mini-volley e una pista di atletica

PALERMO. E' stata inaugurata stamattina la Cittadella dello sport, nel quartiere San Filippo Neri, a Palermo, l'ex Zen. Un circuito costituito da un campo di mini-basket e mini-volley, una pista di atletica leggera, una per il salto in lungo e triplo. L'impianto è costato 80 mila euro, che sono stati messi a disposizione dalla Fondazione per il sud e Caritas.     
Il centro si trova all'interno della scuola 'Giovanni Falcone', più volte bersagliata da raid vandalici. "La scuola deve essere al servizio del quartiere - ha detto il preside, Domenico Di Fatta - continuare a costruire, anche quando si prova a demolire, è la nostra risposta ed è ciò che dà senso al nostro lavoro".     
"Questa iniziativa rientra in un progetto più ampio chiamato 'G-Zen-Net', che riunisce tre aree d'intervento - aggiunge Claudia Casella, coordinatrice del progetto -. La prima riguarda la messa in sicurezza della palestra dell'Istituto comprensivo Sciascia, inagibile da due anni; la seconda l'istituzione di un centro d'ascolto per le famiglie del quartiere; la terza il potenziamento del doposcuola ed un servizio di baby sitting".     
"Lo scopo è di creare le condizioni per convincere i ragazzi che 'legale e' megliò - ha detto Rosalba Salierno, direttore dell'Ufficio di servizio sociale per i minorenni di Palermo del ministero della Giustizia -. Una struttura sportiva che funziona crea affezione al luogo, lega la scuola al territorio ed è il primo esempio concreto di legalità".    "Speriamo - ha aggiunto Salierno - che questo sia il primo passo per procedere al risanamento di altri due presidi, come la palestra della scuola Sciascia ed i campi abbandonati Opian, per sottrarre spazi alla criminalità organizzata".     
Madrina dell'evento è stata Anna Incerti, maratoneta di Bagheria e medaglia d'argento ai recenti Europei di Barcellona. "Lo sport - ha aggiunto - deve servire a togliere i ragazzi dalla strada, per portarli in un ambiente sano. E' nelle scuole che si trovano i talenti, io ho cominciato da qui".     
"Palermo ha una media di impianti sportivi che ammonta ad un terzo rispetto a quelli presenti nelle altre città, senza considerare le eccellenze - spiega Giovanni Caramazza, presidente del Coni provinciale -. Realizzare spazi di questo tipo è fondamentale per farne baluardi contro la criminalità ed è forse per questo che sono vandalizzati ed odiati al pari delle caserme".     
Alla cerimonia d'inaugurazione era presente anche l'arcivescovo di Palermo, monsignor Paolo Romeo, che prima di benedire la cittadella e salutare i ragazzi ha ricordato la missione sul territorio di don Pino Puglisi. Ad allenare gli studenti sarà Rachid Berradi, primatista italiano di mezza maratona e responsabile del settore sport per l'Associazione Libera di don Luigi Ciotti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati