Iblis, Lombardo non si fa interrogare Presentate due memorie difensive

I documenti depositati nell'ambito dell'inchiesta in cui il governatore è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Agli atti pure una conferenza stampa

CATANIA. Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ha presentato due memorie difensive per l'inchiesta Iblis in cui è indagato per concorso esterno all'associazione mafiosa.    
I documenti, firmati dagli avvocati Guido Ziccone e Grazia Volo, sono stati depositati nella segreteria della Procura di Catania. Il deposito degli atti non è stato accompagnato da una richiesta di interrogatorio. I magistrati valuteranno gli atti e successivamente decideranno sull'eventuale richiesta di rinvio a giudizio o meno del governatore.
C'é anche la trascrizione integrale di una conferenza stampa negli atti a difesa presentati dal presidente della Regione alla Procura di Catania per l'inchiesta Iblis in cui è indagato per concorso esterno all'associazione mafiosa.    
Gli avvocati  Guido Ziccone e Grazia Volo hanno depositato la trascrizione integrale dell'incontro con i giornalisti che si è tenuto a Palermo il 19 novembre del 2010 e delle dichiarazioni spontanee rese dal governatore una alla Procura di Catania e l'altra a quella di Palermo.    
"Da questi atti e dalle memorie - affermano gli avvocati Ziccone e Volo - emerge puntuale e chiara la posizione del presidente Lombardo. Per questo non abbiamo chiesto che venga interrogato e sollecitato la Procura di Catania a chiedere l'archiviazione del governatore".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati