Sequestrate false opere d’arte in tutta Italia

ROMA. Sedici false opere d'arte - che, se immesse sul mercato, avrebbero reso oltre settanta milioni di euro - sono state sequestrate in varie regioni dai carabinieri della Sezione falsificazione e Arte contemporanea del Reparto operativo tutela patrimonio culturale di Roma. I falsi saranno esposti per tre giorni, dal 6 maggio, alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma. Giacometti, Manzoni, Fontana, De Chirico, Boetti, Dorazio, Severini, Carrà e Haring sono alcuni dei maestri contemporanei cui erano state  falsamente attribuite le opere dagli indagati e per le quali sono state interessate diverse Procure della Repubblica. In esposizione, per la prima volta dal sequestro, anche le opere della collezione Alitalia giudicate false dagli esperti prima di essere messe in asta. Alle ore 11.30 di oggi in Roma, in via delle Belle Arti nr. 1, nel Salone d'Ercole della Galleria Nazionale d'Arte Moderna, saranno illustrati, in una conferenza stampa, i particolari dell'operazione che ha consentito il recupero delle opere false.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati