Emissioni gassose in lago argilloso nel Nisseno

GELA. Un lago di argilla fluida, con al centro emissioni gassose continue, si è formato in questi giorni in un terreno di contrada 'Marabusca', 2 km a nord del centro abitato di Gela (Cl). La zona si trova a poca distanza da un pozzo petrolifero dell'Eni. Tante le ipotesi sulla natura del fenomeno, che appare simile a quelli di Aragona (Ag) o Caltanissetta.    'Maccalube', 'vulcanelli' o fuoruscita di metano da una sacca del sottostante giacimento di greggio? Per dare una risposta ai quesiti sono intervenuti oggi i tecnici dell'Arpa e dell'assessorato provinciale al Territorio, che hanno proceduto al prelevamento di alcuni campioni, sia dell'argilla liquida che della massa gassosa.    Il fenomeno segnalato in questi giorni ha dei precedenti, come confermano le testimonianze di molti contadini della contrada. Ma le fuoruscite di gas, acqua e sedimenti argillosi avrebbero avuto una durata limitata nel tempo, per poi sparire di colpo così come erano apparsi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati