Mister Rossi nel cuore dei tifosi

Caro mister Rossi,
 avendo scritto un po’ di tempo fa una lettera al presidente Zamparini sentivo anzi dovevo anche a lei delle parole. Nella storia del Palermo, con l'eccezione di due casi (Di Bella e Guidolin), ci si ricorda come tifosi dei grandi giocatori e di ciò che hanno fatto in campo.
E'  piu semplice ricordare un gol al novantesimo, che una scelta tecnica dell'allenatore così come è più emozionante raccontare un dribbling che un modulo a zona; ma nel suo caso mister tra lei ed il tifoso palermitano è accaduto un fenomeno eccezionale si parla di lei come se fosse un giocatore, come se fosse lei a scendere in campo e siccome la vita è fatta di sensazioni ed allo stadio si vivono in diretta, la tifoseria ha la sensazione che oltre agli undici ci sia anche mister Rossi pronto a parare un rigore, a spazzare in aria di rigore, a pressare a centrocampo ed a segnare in rovesciata.
 
E così come quando un grande giocatore viene sostituito e magari in quel momento non lo meritava, perchè era semplicemente stanco e dopo un paio di partite rientra titolare, accostando per similitudine il suo esonero e il suo ritorno,  questo i tifosi lo sentono e lo comprendono.
 Le parole che le ho appena scritto descrivono un fatto unico nel suo genere quindi  quello che mi auguro e che ci auguriamo è che lei mister Rossi possa diventare la prima bandiera allenatore del Palermo calcio.
Matteo Baiamonte, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati