Palermo, altro attacco alla scuola Falcone: bare disegnate sui vetri

Il deputato regionale del Pd, Davide Faraone, fa un appello al Prefetto per "mandare militari a presidiare giorno e notte l'istituto, perchè questa partita la devono vincere le istituzioni"

PALERMO. «Ancora una volta la scuola Falcone dello Zen è sotto attacco e lo Stato è sconfitto a tavolino. Faccio l'ennesimo appello al Prefetto: mandiamo i militari a presidiare giorno e notte la scuola perché questa partita le istituzioni la devono vincere». Lo dice Davide Faraone, deputato regionale Pd. «Proprio ieri pomeriggio - aggiunge - siamo stati lì per dire “no alla mafia” e per costruire un percorso di qualificazione del quartiere.
C'era il preside Domenico Di Fatta e tanti volontari del movimento “Zen - Zona energie nuove”. Uno degli attivisti, la notte precedente, è stato aggredito a calci e a pugni mentre affiggeva i volantini dell'iniziativa con la frase di Peppino Impastato “la mafia è una montagna di merda”. Sono passate poche ore ed ecco l'ennesimo avvertimento: questa mattina i docenti e gli studenti sono stati accolti con delle sagome di bare disegnate sui vetri dell'istituto».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati