Morto Pietro Ferrero, erede del gruppo della Nutella

Torinese, 48 anni, stroncato da un malore mentre andava in bicicletta in Sudafrica, dove si trovava per una missione di lavoro. Lascia la moglie e tre figli piccoli

Sicilia, Economia

TORINO. E' morto Pietro Ferrero, torinese, 48 anni, erede del colosso dolciario della nutella. Era in Sudafrica dove si trovava in una missione di lavoro, con il padre Michele e una trentina di dirigenti del gruppo, per progettare la realizzazione di uno stabilimento non lontano da Johannesburg. E' stato colpito da un malore mentre andava in bicicletta, sua grande passione.
Pietro Ferrero era sposato dal 2003 con Luisa Strumia e aveva tre figli piccoli: Michael, 4 anni, Marie Eder di 3 e John di un anno e mezzo. Laureato in biologia nel 1985 ha subito iniziato a lavorare nella società. Esponente della terza generazione della grande azienda di Alba, era figlio di Michele, che il 26 aprile compie 86 anni e di Maria Franca Fissola, 72 anni. La guidava insieme a Giovanni, il fratello di un anno più giovane, con cui condivideva la carica di amministratore delegato della Ferrero Spa, società italiana del gruppo. Era anche Chief Executive Officer della Ferrero International, holding lussemburghese del gruppo che conta 38 società operative, 18 stabilimenti e oltre 20 mila dipendenti in quattro continenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati