Bancorotta, due arresti ad Agrigento

AGRIGENTO. Una ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari per bancarotta fraudolenta è stata notificata dalla Guardia di Finanza a Leonarda Giglio, 46 anni, ed Enrico D'Elia, di 36, rispettivamente amministratore unico e addetto alle vendite della società Giglio Di Srl, ex concessionaria della Mercedes, poi dichiarata fallita. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal Gip presso il Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, su richiesta del Pm Luca Sciarretta. I due avrebbero distratto tra il 2005 e il 2008 somme di denaro e beni della società, intestandoli a familiari e prestanome, falsificando bilanci e documenti contabili. La società, di cui erano soci Giuseppe Cipolla (figlio di Leonarda Giglio) e Alessandra Gallo (moglie di Enrico D'Elia), venne dichiarata fallita nel 2009 dal Tribunale di Agrigento. Le indagini, condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura, hanno permesso di documentare gravi e sistematiche distrazioni di somme di denaro dalle casse sociali per oltre 700 mila euro, numerose irregolarità gestionali e contabili poste in essere dagli indagati e alcune truffe commesse ai danni dei clienti che avevano acquistato autovetture presso la concessionaria.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati