Mafia, Catania: sequestrati beni per 10 milioni ai D'Emanuele

L'operazione è della Direzione investigativa antimafia. La "famiglia" è un ramo di Cosa nostra legato al clan Santapaola. Secondo l'accusa, gli imputati avrebbero investito ingenti capitali nel settore delle scommesse, ittico, immobiliare e fotografico

CATANIA. Beni per un valore complessivo di circa 10 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Catania alla 'famiglia' D'Emanuele, ramo di Cosa nostra legato al clan Santapaola.   
Il sequestro è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Catania che ha accolto la proposta avanzata dal direttore della Dia, il generale dei carabinieri, Antonio Girone.     
Il provvedimento, che rappresenta un proseguo dell'operazione antimafia 'Cherubino' del maggio del 2010 contro le infiltrazioni mafiose nel settore delle onoranze funebri, riguarda beni che gli investigatori ritengono riconducibili a Natale D'Emanuele, indicato come 'uomo d'onore', e suo figlio Antonino.   
Secondo l'accusa i D'Emanuele, utilizzando persone compiacenti, avrebbero diversificato la propria attività imprenditoriale investendo ingenti capitali in attività del settore delle scommesse, ittico, immobiliare e fotografico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati