L'Ance: modificare la legge sul massimo ribasso

PALERMO. A circa sette mesi dall'approvazione della legge che ha introdotto anche in Sicilia il criterio del massimo ribasso per i lavori di importo superiore ad un milione, si aprono spiragli per una sua modifica fortemente voluta dai costruttori dell'Ance che si sono riuniti a Palermo. Secondo i relatori del convegno, i recenti pronunciamenti della Corte costituzionale permettono l'esercizio di una potestà legislativa del Parlamento siciliano, autonoma dalle scelte del legislatore nazionale e più aderenti alle esigenze del mondo imprenditoriale siciliano. "Questa legge - dice l'Ance -, da sempre avversata dai costruttori siciliani, aveva prodotto una situazione insostenibile, con ribassi che avevano superato la soglia del 50 per cento e con il rischio di un contenzioso infinito tra le imprese e la pubblica amministrazione, del non completamento dei lavori, oltre che di infiltrazione di interessi mafiosi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati