Libia, scomparso peschereccio di Siracusa

L’imbarcazione, con tre persone a bordo, stava svolgendo attività di pesca a 50 miglia al largo di Bengasi del golfo della Sirte. Dal motopesca è partito un sos con il sistema satellitare poi nessuna traccia

ROMA. Dalla scorsa notte non si hanno più notizie del peschereccio 'Mariella', iscritto alla marinare di Siracusa, con tre persone a bordo, che stava svolgendo attività di pesca a 50 miglia al largo di Bengasi del golfo della Sirte. Dal motopesca è partito un sos con il sistema satellitare che collega tutte queste unità al comando generale delle capitanerie di porto, ma del motopesca poco dopo si sono perse le tracce.
Tutte le ipotesi vengono alla stato prese in considerazione: dall'incidente al sequestro.
I fatti risalgono alle 22.30 di ieri, quando il peschereccio ha lanciato un sos con il proprio sistema satellitare. Alla sala operativa della guardia costiera hanno visto l'unità spostarsi velocemente e poi scomparire: forse perché il sistema di localizzazione è stato spento, si è guastato, o per altre cause.
Per tutta la notte sono stati tentati dei contatti radio da parte delle capitanerie di porto, ma inutilmente. Nessuna risposta. Il peschereccio - di venti metri - era impegnato in attività di pesca nel golfo della Sirte già dallo scorso 24 marzo. A bordo ci sono tre persone: il capobarca Angelo Miraglia, di 43 anni, Ernesto Leni, di 62, e Giuseppe Gennuso, di 56.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati