Tennis, Haider Maurer trionfa a Caltanissetta

Enlarge Dislarge
1 / 10
Si è concluso sui campi in terra rossa del Tennis club Villa Amedeo a Caltanissetta, il challenger “Città di Caltanissetta“ da 30.000 euro di montepremi. La vittoria è andata all’austriaco Andreas Haider Maurer, numero 117 al mondo, che in finale ha sconfitto il veneziano Matteo Viola con il punteggio di 6-1 7-6. Oltre 1500 gli spettatori che hanno riempito il campo centrale del club nisseno. Il torneo ha visto ai nastri di partenza giocatori di livello internazionale come il livornese Filippo Volandri (numero 79 Atp), e il rumeno Adrian Ungur per citarne solo alcuni. Tra i siciliani in gara a Caltanissetta, a distinguersi su tutti è stato il ventiquattrenne trapanese Gianluca Naso che è arrivato ai quarti di finale, sconfitto solo dal vincitore del torneo Haider Maurer. Durante la premiazione, i due finalisti si sono complimentati con il presidente del Tennis Club Villa Amedeo, Michele Trobia e con il direttore del torneo, Giorgio Giordano per la eccellente organizzazione (testi di Giuseppe Urso - servizio fotografico a cura di Walter Lo Cascio).
Si è concluso sui campi in terra rossa del Tennis club Villa Amedeo a Caltanissetta, il challenger “Città di Caltanissetta“ da 30.000 euro di montepremi. La vittoria è andata all’austriaco Andreas Haider Maurer, numero 117 al mondo, che in finale ha sconfitto il veneziano Matteo Viola con il punteggio di 6-1 7-6. Oltre 1500 gli spettatori che hanno riempito il campo centrale del club nisseno. Il torneo ha visto ai nastri di partenza giocatori di livello internazionale come il livornese Filippo Volandri (numero 79 Atp), e il rumeno Adrian Ungur per citarne solo alcuni. Tra i siciliani in gara a Caltanissetta, a distinguersi su tutti è stato il ventiquattrenne trapanese Gianluca Naso che è arrivato ai quarti di finale, sconfitto solo dal vincitore del torneo Haider Maurer. Durante la premiazione, i due finalisti si sono complimentati con il presidente del Tennis Club Villa Amedeo, Michele Trobia e con il direttore del torneo, Giorgio Giordano per la eccellente organizzazione (testi di Giuseppe Urso - servizio fotografico a cura di Walter Lo Cascio).