Hamilton: "Alonso è il mio rivale, non Vettel"

Il pilota della McLaren snobba il campione del mondo: "Fernando è la mia nemesi, siamo come Senna e Prost. Vorrei vedere Sebastian con una macchina meno veloce"

Sicilia, Sport

LONDRA. Nonostante il Mondiale conquistato la scorsa stagione e il debutto con vittoria in Australia, Sebastian Vettel resta ancora un comprimario, il vero e ultimo avversario di Lewis Hamilton è Fernando Alonso, "la mia nemesi". E' lo stesso pilota inglese della McLaren a proporre un paragone storico d'eccellenza per spiegare la rivalità con il ferrarista.     "Penserò sempre che la mia nemesi e il mio rivale diretto é Fernando - le parole di Hamilton al Guardian -. E' per via della mia storia in Formula 1 quando ho cominciato. Lo vedo come il mio Prost. Come se io e Fernando fossimo (Ayrton) Senna e (Alain) Prost. Se devo scegliere un pilota, ovviamente vorrei essere Ayrton. E forse farei diventare Alonso il mio Prost".    


Il grande rispetto reciproco non ha però fatto mancare momenti di forte tensione tra i due, come durante la stagione 2007, quando sia Hamilton sia Alonso correvano per la McLaren. Più diluita la rivalità con Vettel, che Hamilton - pur senza dirlo esplicitamente - ritiene ancora un gradino sotto. "Non penso che Sebastian sia un vero avversario. Forse se continuerà ad avere una macchina così veloce lo diventerà, ma sono convinto che quando avremo a disposizione una vettura della stessa potenza, solo allora assisteremo a vere gare. Lui il nuovo (Nigel) Mansell? No, no, assolutamente non lo ritengo all'altezza di Mansell".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati