Palermo, arriva il semaforo che multa chi passa col rosso

Il primo impianto verrà installato nei pressi dell'incrocio fra viale Lazio e via Sciuti. Il meccanismo scatterà grazie un sensore che scatterà delle foto che saranno poi trasmette ai vigili

PALERMO. Un occhio elettronico nascosto per punire chi vuol fare il furbo. E la multa arriva anche se non ci sono i vigili a alzare la paletta. Palazzo delle Aquile bandisce una gara d'appalto per la fornitura e l'installazione di un sistema di controllo automatico che rileva le infrazioni. Si tratta di un sensore ad alta tecnologia collegato al semaforo, che acquisisce il passaggio delle vetture con il rosso. L'apparecchio sarà posizionato all'incrocio tra viale Lazio e via Sciuti. Nel momento della trasgressione il dispositivo scatterà foto che saranno inviate successivamente via wireless o cavo al comando centrale della polizia municipale. I vigili provvederanno poi a notificare le sanzioni.



«Un punto ad alto tasso di incidenti - spiega Luigi Galatioto, dirigente dell'ufficio affari generali della polizia municipale - che ci è sembrato opportuno scegliere in via sperimentale. Proprio in quel bivio il passaggio con il rosso è la causa principale di infortuni e scontri tra auto. Se il tentativo avrà l'effetto desiderato di una notevole riduzione dei sinistri, procederemo anche a posizionarlo in altre strade della città».
Se nel 2009 gli incidenti in quell'incrocio sono stati nove, nel 2010 c'è stato un trend in aumento con 13 sinistri. Nell'anno in corso, invece, finora 3 gli scontri, come fanno sapere dall’infortunistica. Il tasso è più alto nelle ore serali e notturne, quando la zona è poco trafficata.



Previsti poco più di trentamila euro per la fornitura del dispositivo mentre, per il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria della durata di tre anni, l'importo ammonta a settemila euro. Gli interessati potranno presentare le domande entro mezzogiorno del 3 maggio all'ufficio contratti del settore segreteria generale del Comune, in via San Biagio 4. La gara si svolgerà il giorno successivo alle ore 10 negli stessi locali.  Ma se all'incrocio tra viale Lazio e via Sciuti la causa principale degli incidenti è il passaggio con il semaforo rosso o giallo, in viale Regione Siciliana - l'arteria più pericolosa della città - è l'eccesso di velocità il fattore principale. «Per quella zona - annuncia Galatioto - faremo dei bandi paralleli con l'obiettivo di installare postazioni fisse di autovelox che siano un deterrente per tutte quelle vetture che sfrecciano oltre i limiti consentiti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati