Quartieri degradati di Palermo, 47 milioni dalla Regione

Firmato l'accordo che sblocca le somme già stanziate nel 2000 dalla giunta regionale, per la riqualificazione di San Filippo Neri, Borgo Nuovo e Sperone. Il progetto prevede tra l'altro la realizzazione di alloggi popolari e interventi per il verde attrezzato e la viabilità

PALERMO. Un accordo di programma, che sblocca 47 milioni di euro già stanziati nel 2000 dalla giunta regionale, per la riqualificazione dei quartieri San Filippo Neri (ex Zen), Borgo Nuovo e Sperone: è stato siglato stamattina dall'assessore regionale delle Infrastrutture e della mobilità, Pier Carmelo Russo, e dal sindaco di Palermo, Diego Cammarata.
Il progetto, che prevede tra l'altro la realizzazione di alloggi per l'emergenza abitativa e interventi per il verde attrezzato e la viabilità, era stato presentato una settimana fa dal presidente della Regione, Raffaele Lombardo. "E' un accordo - ha sottolineato Russo - che Regione e amministrazione comunale sottoscrivono, con reciproca soddisfazione, a esclusivo beneficio della città di Palermo ponendo fine, grazie a uno sforzo comune, a un ritardo che purtroppo ha provocato la riduzione, in termini di valore reale, dell'intervento. Abbiamo individuato altri fondi per l'edilizia sociale: vedremo adesso come distribuirli, tenendo presente che proprio Palermo costituisce, da questo punto di vista, una delle emergenze che esistono in Sicilia".
Per il sindaco Diego Cammarata "si tratta d'importanti interventi di riqualificazione, che potranno partire in brevissimo tempo, poiché i progetti esecutivi sono già pronti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati