Palermo, picchia i genitori ogni sera: arrestato

D.R.A, 31 anni, è finito in manette con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. Gli episodi di violenza nella zona di Altarello di Baida

PALERMO. Calci, schiaffi, pugni e insulti inferti ogni sera agli anziani genitori: sono le ragioni che hanno portato in carcere un uomo di 31 anni, D.R.A., di Palermo, arrestato dai militari nell'abitazione di madre e padre nella zona di Altarello di Badia. E' accusato di maltrattamenti in famiglia.    I carabinieri l'hanno bloccato dopo un appostamento in cui hanno osservato uno degli episodi che i genitori avevano denunciato. Nella fattispecie l'uomo insultava e strattonava il padre, perché non gradiva ciò che la madre aveva preparato per la cena.  Nella denuncia i genitori hanno spiegato che questo loro unico figlio era tornato a vivere nella loro modesta abitazione da circa un anno e mezzo, dopo essersi separato dalla moglie. Hanno riferito del suo ritorno a casa spesso ubriaco e che subivano da lui botte e minacce anche di morte, talvolta con un grosso coltello a scatto. Hanno aggiunto infine che l'uomo impediva loro anche di chiedere aiuto, bloccandoli in casa e togliendo loro anche il cellulare. Tra i motivi della violenza del figlio hanno segnalato in particolare le sue richieste, da loro respinte, di avere denaro per comprare una nuova moto, dopo il sequestro di quella che aveva.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati