Mafia, confermata in appello la condanna al boss Lipari

L'uomo, 75 anni, è considerato uno dei fedelissimi di Bernardo Provenzano. La prima sentenza del Gup risale al 15 gennaio del 2009

PALERMO. La seconda sezione della Corte d'appello ha confermato la condanna per associazione mafiosa al boss Pino Lipari, 75 anni, considerato uno dei fedelissimi di Bernardo Provenzano. In secondo grado sono stati ribaditi i due anni che gli erano stati inflitti dal Gup il 15 gennaio 2009. La notizia è riportata oggi dal Giornale di Sicilia.     Lipari era stato già condannato per mafia e questa pena è "in continuazione" con altre condanne: in tutto 13 anni di carcere

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati