Poliziotta palermitana arrestata dovrà risarcire il ministero

Francesca Surdo, coinvolta nel 2008 in un’inchiesta sull’insabbiamento di un processo penale, condannata anche dalla Corte dei Conti: dovrà pagare 7.500 euro per danno all’immagine della polizia

PALERMO. La sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha condannato una poliziotta palermitana a  risarcire il ministero degli Interni per il danno all'immagine causato con il proprio comportamento. Francesca Surdo, 37 anni, nel 2008 venne arrestata nell'ambito dell'inchiesta "Hiram" dalla quale era emersa l'esistenza di un'organizzazione massonica, che faceva capo al faccendiere umbro Rodolfo Grancini, in grado di ritardare la trattazione dei procedimenti  davanti alla Corte di Cassazione. Allora in servizio alla centrale operativa di Roma, venne accusata di avere intascato denaro per favorire l'insabbiamento del processo penale a carico del ginecologo palermitano Renato De Gregorio. Ora dovrà pagare  7.500 euro per aver causato una "notevole lesione all'immagine  ed al prestigio del corpo della Polizia di Stato" (sentenza  578/2011).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati