Dalla matita all'e-book, tutti vogliono il libro del Papa

La seconda parte del Gesù di Nazaret, "Dall'ingresso a Gerusalemme alla risurrezione" è già best-seller: esaurite le 400 mila copie dell'edizione italiana

CITTA' DEL VATICANO. Ratzinger scrittore lavora a matita, ma i suoi testi finiscono anche su l'e-book. La seconda parte del Gesù di Nazaret, "Dall'ingresso a Gerusalemme alla risurrezione" è già best-seller: esaurite le 400 mila copie della edizione italiana.    
A quattro anni dal primo volume la ricerca del Gesù reale dei Vangeli è ancora una volta non un'opera di magistero, bensì una analisi storico-teologica che Joseph Ratziger non sottrae alla critica e su cui non pretende alcuna infallibilità.   
Altri testi del pontificato innovativi della comunicazione pontificia sono inoltre la lettera ai vescovi sul caso Williamson (2009) e quella agli irlandesi sullo scandalo degli abusi sessuali dei membri del clero (2010). Nella prima, oltre ad ammettere "errori" nella gestione della revoca della scomunica al vescovo lefebvriano poi risultato negazionista, Benedetto XVI manifesta dolore e esprime sentimenti in modo del tutto inconsueto per un papa. Lo stesso fa nella seconda, in cui riconosce la gravità degli abusi e le inadempienze della chiesa nel perseguirli: vi siete troppo preoccupati per il buon nome della Chiesa, dice ai vescovi, tanto da non applicare le pene previste dal diritto canonico.   
Oltre alle encicliche, tra gli altri testi del pontificato più nel solco della tradizione vanno segnalati il motu proprio 'Summorum pontificum' che liberalizza la messa in latino (2007) e, nello stesso anno, la lettera ai cattolici cinesi. La produzione di Joseph Ratzinger prima di essere eletto al soglio di Pietro è vastissima e ne fa uno dei più grandi teologici contemporanei, apprezzato in tutto il mondo cristiano. Nello stile della comunicazione più immediata si colloca l'intervista "Rapporto sulla fede", concessa 25 anni fa all'italiano Vittorio Messori e le due interviste a Seewald, 'Sale della terra' nel '96 e 'Dio e il mondò nel 2000.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati