Ragazze, ville e parcelle dei legali, tutte le spese di Berlusconi

Nell’estratto conto del premier, pagamenti per migliaia di euro ad avvocati, negozi di cravatte e manutenzione delle residenze. Centomila euro anche a un’ex del Grande Fratello

MILANO. Un anno di Berlusconi raccontato tramite il suo personale estratto conto. Da esso, insieme ai già noti 562 mila euro dati a 14 ragazze ospiti ad Arcore, viene fuori una vera e propria lista “regali” che comprende i 100 mila euro offerti “una-tantum” all’ex “rossa” del Grande Fratello (Angela Sozio); i 675 mila euro per la manutenzione del castello di Paraggi; i 900 mila alla Flat Point per la residenza ad Antigua; 441 mila euro all'avvocato e parlamentare Nicolò Ghedini; e ancora 24.960 euro al costituzionalista Nicolò Zanon, poi eletto al Consiglio superiore della magistratura (Csm) dal Parlamento; 20 mila euro alla mamma di Noemi Letizia e 100 mila al pianista delle feste, Danilo Mariani. L’elenco – come riportato oggi dal sito del Corriere della sera - continua con altri 120 mila euro al negozio di cravatte e foulard Marinella, 65 mila al gioielliere Eleuteri; gli oltre 300 mila euro a un fornitore di tessuti; 650 mila in antiquari e gallerie d'arte e quasi mezzo milione in voli d'elicottero e a un immobiliare in affitto. Altre piccole curiosità riguardano, infine, i 70 mila euro donati per il restauro della parrocchia del cugino a Lomazzo, i 2 mila ai salesiani, i 200 mila alla squadra di rugby dell'Aquila, i 40 mila di regalo di nozze a una segretaria. Tale allegato, acquisito dalla Procura e messo agli atti dell'inchiesta Ruby, è uno dei conti personali del premier, il n. 129 al Monte dei Paschi di Siena, gestito dal ragionier Spinelli. Da esso sono partiti i prestiti alle ragazze protagoniste di Arcore, ma non solo, anche ad altre ragazze, tutte desiderose di entrare nel mondo dello spettacolo. Ma il Corriere sottolinea che, al di fuori dei reati, l’estratto conto totale «segnala spese “spicciole” di ben altro spessore del premier. Nel 2010, infatti, Berlusconi indirizza oltre 21 milioni di euro di pagamenti a terzi identificati, più altri 13 milioni in decine di assegni a destinatari sconosciuti, sui quali i pm non paiono al momento aver disposto accertamenti, se non per gli assegni cambiati in contanti da Spinelli». Le entrate nel conto, invece, sono soltanto due: i maxidividendi di Fininvest spa (3,2 milioni) e delle Holding Italiana prima e ottava (63 milioni), e i mini proventi che la Siae versa al Berlusconi-chansonnier per i suoi diritti d'autore: 1.194 euro in tre rate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati