Palermo, neonata morta in clinica: condannata ostetrica

PALERMO. E' stata condannata a dieci mesi, pena sospesa, l'ostetrica russa Irina Dorozhkina accusata della morte di una neonata deceduta nella clinica Candela di Palermo a
maggio del 2009. Il gup di Palermo Mario Conte ha accolto la richiesta di patteggiamento. Assolto l'altro imputato, il ginecologo Marco Musicò, che ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato. Il pm, Maria Forti, aveva chiesto per lui la condanna a un anno. Il gup ha
anche disposto il rinvio a giudizio del medico Laura Carrillo che verrà processata col rito ordinario il 6 maggio prossimo davanti al giudice monocratico. I genitori della bambina si sono costituiti parte civile con l'assistenza degli avvocati Enrico Tignini e Bartolomeo Parrino. Secondo l'accusa, gli imputati avrebbero sbagliato la manovra di ribaltamento ultra uterino del feto durante il parto. La bimba morì, per il pm, a causa dell'errore dei sanitari, qualche settimana dopo essere venuta alla luce.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati