Formazione in Sicilia, basta con le chiacchiere

Formazione professionale. La smettano con le chiacchiere. La crisi del settore non è ufficialmente dichiarata. Ma è nei fatti. Fatti, non parole. Smettiamola di dire che gli operatori non hanno vinto concorso. Smettiamola di dire che gli operatori sono fannulloni (mi sa di espressioni del ministro Brunetta). Smettiamola di dire che gli operatori non fanno il loro lavoro. Se ci sono situazioni da perseguire che si faccia. Smettiamola di far comprendere che gli enti sono "club" malavitosi. Se ci sono si facciano i nomi, la magistratura interverrà. Smettiamola di dire che gli enti si facciano solo i fatti propri. Che sbagliano i conti. Se ci sono situazioni da perseguire che si faccia. Smettiamola di elevare grida pro-definanziamento, pro-disaccreditamento, etc. non risolvono i problemi! Corriamo il rischio di buttare il bambino con l'acqua sporca!
Contemporaneamente smettiamola di dire che ci vuole un intervento legislativo. Non ci vuole alcun intervento legislativo per tutelare il personale. È già dalla legge tutelato. Non si persegua ancora con fatti commissivi od omissivi. Anche gli enti non hanno motivo per evitare di dimostrare all'opinione pubblica, e non, che non hanno interessi diversi.
Angelo Vitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati