Salute nei luoghi di lavoro? “Risparmio 4 volte superiore all’investimento”

L’esperto: il vantaggio? Diminuzione delle assenze per malattia e di incidenti sul lavoro

PALERMO. La salute come capacità di sviluppo delle proprie potenzialità, come capacità di controllo dei fattori di stress nella propria vita. La salute vista non come mera assenza di malattie ma come sviluppo del proprio potenziale personale e sociale. Un' idea di salute che è il risultato dell’interazione fra fattori biologici, psicologici e sociali.
A raccontarla è stato Alberto Zucconi - psicoterapeuta e presidente dell’Istituto dell’Approccio Centrato sulla Persona di Roma, centro collaboratore dell'OMS - protagonista del convegno organizzato da Edi Pameri, Anna Maria Miceli e Rita Scimè della Libera Accademia di Medicina biologica all'aula Ascoli del Policlinico di Palermo.
“Poiché gli essere umani sono creature relazionali, la salute è protetta e promossa oppure offesa e distrutta, tramite la qualità delle relazioni che abbiamo con noi stessi e gli altri”, dice Zucconi, che negli anni si è occupato anche della promozione della salute nei luoghi di lavoro: "Le ricerche ci mostrano come la promozione della salute non è un costo ma un investimento: un programma di promozione della salute, se ben eseguito, può produrre un risparmio (in termini ad esempio di diminuzione delle assenze per malattia e di incidenti sul lavoro..) 4 volte superiore all’investimento; ci sono casi eclatanti di rapporti ottimali costi/benefici anche nel sud Italia, anche in Sicilia, nel catanese. Sono convinto che la cosa più saggia da fare nei momenti di crisi sia potenziare gli investimenti sulle risorse umane e l‘innovazione. Mai dimenticare che il vero capitale è il capitale umano: la risorsa più preziosa per un’organizzazione sono le persone”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati