Zamparini: scelta dolorosa, ma necessaria

Il patron dei rosa spiega i motivi che lo hanno portato al cambio di guida tecnica."Il Palermo in questo momento è come se si fosse evaporato, domenica Rossi ha compiuto diversi errori". Poi su Cosmi: "Se farà bene rimarrà anche la prossima stagione"

PALERMO. Non soffrono solo i tifosi del Palermo, anche Maurizio Zamparini è molto triste e rammaricato per il fatto di avere cacciato Delio Rossi, tuttavia spiega i motivi che lo hanno indotto a queta scelta che lui stesso definisce dolorosa, anche se inevitabile." La sconfitta di ieri è riconducibile ad un crollo inspiegabile, la mia è' stata una decisione dolorosa, ma necessaria, dovuta anche al fatto che subivamo molti gol, mi dispiace molto per Rossi che è molto stimato a Palermo. Io so di non essere un presidente facile, ma capisco qualcosa di calcio e rivedendo la partita, mi sono reso conto degli errori commessi dall'allenatore. Di calcio parlavo anche con Rossi, ma lui non mi ascoltava. In altri tempi avrei cambiato conduzione molto tempo prima".
Sulla crisi dei rosa, questo è il pensiero di Zamparini." La squadra in questo momento non c'è, ed è come se fosse evaporata, mi sono vergognato per i sette gol subitio domenica, e poi anche contro la Fiorentina avevamo preso quattro reti. Il Palermo ha in rosa ben 12 nazionali e 5 azzurri, la ritengo quindi una ottima squadra".
Da ggi inizia il nuovo corso, e per il numero uno rosa non è da escludere la conferma anche per la prossima stagione di Serse Comi."Ho fissato un premio - commenta Zamparini - in caso di conquista del piazzamento in Europa League o della Coppa Italia. Se Cosmi dimostrerà di poter allenare il Palermo, resterà anche per la prossima stagione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati