Usa l’auto dell’università per fini privati: condannato docente

La sentenza della Corte dei conti nei confronti del direttore del dipartimento di Sanità pubblica veterinaria di Messina: dovrà risarcire 30.500 euro

PALERMO. La sezione giurisdizionale della Corte dei conti ha condannato un docente universitario di Messina per aver usato l'auto istituzionale per motivi privati. Giuseppe Piedimonte, direttore del dipartimento di Sanità pubblica veterinaria, dovrà risarcire 30.500 euro, più gli interessi. La vettura venne noleggiata con fondi destinati alla ricerca scientifica nel 2004 e restituita nel 2007. Il docente ha addotto a giustificazione del noleggio ragioni di carattere scientifico, legate alla necessità di trasportare campioni biologici. "Invero, di tale necessità e del reale trasporto di tali campioni non è stata fornita alcuna prova processuale - è scritto nella sentenza - , né tali ragioni scientifiche appaiono mai menzionate nella documentazione universitaria sia nelle motivazioni del noleggio sia nella rendicontazione delle singole missioni".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati