Assolto Giovanni Mercadante

L'ex deputato regionale di FI scagionato in appello dall'accusa di associazione mafiosa. In primo grado aveva avuto 10 anni e 8 mesi

Sicilia, Cronaca

PALERMO. La sesta sezione della corte d'appello di Palermo ha assolto l'ex deputato regionale di FI Giovanni Mercadante dall'accusa di associazione mafiosa.  In primo grado aveva avuto 10 anni e 8 mesi. "Sono felice ed emozionato. Ringrazio gli avvocati, Dio e la mia famiglia", è il suo commento.
La Corte, dopo una camera di consiglio di oltre 9 ore, ha confermato invece la condanna del boss Antonino Cinà a 16 anni. Ridotta a 7 anni la condanna a 9 anni e 4 mesi decisa per lo storico capomafia di Torretta, Lorenzino Di Maggio, ritenuto vicino ai boss palermitani Sandro e Salvatore Lo Piccolo. Cinà era imputato di associazione mafiosa ed estorsione, Di Maggio solo di estorsione.
Confermata la pena di 6 anni per il capomafia Bernardo Provenzano, accusato in questo processo di tentata estorsione, e quella di sei mesi inflitta a Paolo Buscemi, commerciante imputato di favoreggiamento. Il processo nasce da una tranche dell'inchiesta denominata 'Gotha' che portò in cella 'colonnelli' e gregari del boss Provenzano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati