Ucciso a sprangate per vendicare figlia del boss, 6 condanne

Confermata la sentenza per l'omicidio di Giovanni Bucaro, pregiudicato assassinato a nell'ottobre del 2008 in una strada di Palermo, davanti a numerosi testimoni. Dieci anni ha avuto il mandante della spedizione punitiva, il boss Gaetano Fidanzati che avrebbe organizzato il pestaggio

PALERMO. La terza sezione della Corte d'appello di Palermo, presieduta da Giancarlo Trizzino, ha confermato la sentenza di condanna per i sei imputati del processo per l'omicidio di Giovanni Bucaro, pregiudicato assassinato a sprangate nell' ottobre del 2008 in una strada di Palermo, davanti a numerosi testimoni.
Dieci anni ha avuto il mandante della spedizione punitiva, il boss Gaetano Fidanzati che avrebbe organizzato il pestaggio per vendicare la figlia, maltrattata dalla vittima con cui aveva una relazione. Le immagini del pestaggio furono riprese dalle videocamere di un negozio di via don Orione, la strada dove avvenne il delitto.
La svolta nelle indagini arrivò dalle rivelazioni di Francesco Tarantino condannato oggi a 7 anni. A 10 anni, invece, sono stati condannati Massimiliano Panci, Marco Lipari e Giuseppe Tarantino. Otto anni ha avuto Luigi Costa. Gli imputati, tranne Fidanzati, arrestato nei mesi scorsi a Milano, sono liberi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati