Canottaggio, Di Liberti con la Nazionale under 23 maschile

Il portacolori di Autoeuropa TeLiMar, secondo miglior talento italiano tra i pesi leggeri, compie cosi un altro passo in avanti verso il Campionato del Mondo di Amsterdam del 21 luglio

PALERMO. Alessandro Di Liberti parteciperà, da domani a domenica, al raduno della Nazionale under 23 maschile a Piediluco diretto dal Commissario tecnico Antonio Baldacci.
Il portacolori di Autoeuropa TeLiMar, secondo miglior talento italiano tra i pesi leggeri, compie cosi un altro passo in avanti verso il Campionato del Mondo di Amsterdam del 21 luglio.  
“E’ sempre emozionante far parte del gruppo azzurro. Rispetto al raduno di dicembre c’è più selezione. Non posso sbagliare niente per aspirare ad un posto per il Mondiale. E’ il mio sogno, non sarà facile coronarlo, e per questo mi impegnerò al massimo per stare davanti agli altri atleti partecipanti al raduno. Per me è l’ultimo anno in questa categoria, non posso permettermi passi falsi”.  
Un cammino iniziato, a poco più di 11 anni, nel 2001 alla Canottieri Trinacria con Tonino Mannino. Nel 2006 il passaggio ad Autoeuropa TeLiMar, sotto le mani sapienti del tecnico palermitano Marco Costantini, fondamentale per la crescita agonistica. Nel 2007 la prima soddisfazione: oro ai Campionati italiani under 23 di Sabaudia, sul Quattro di coppia pesi leggeri, al fianco del compagno Antonio Pizzurro. In quella edizione arrivò anche il bronzo sull’Otto junior. L’anno dopo, ai Campionati Italiani Assoluti di Varese, medaglia d'argento nel Doppio pesi leggeri e bronzo nel Quattro di coppia pl insieme a Luca Moncada. “Aver gareggiato da giovanissimo al fianco dei due pluricampioni del mondo del TeLiMar Antonio Pizzurro e Luca Moncada mi ha forgiato. Dovevo dare il massimo per non sfigurare. Mi hanno insegnato tanto. Già nel 2009 ho sfruttato quelle esperienze. Nel Doppio pl, in barca con Claudio Provenzano, sono arrivato terzo nella gara internazionale Fisa Team Cup e secondo nel Memorial D'Aloja”.  
Il 2010 è stato il miglior anno di Alessandro Di Liberti. Oro al Meeting nazionale di Piediluco nel Quattro di coppia pl under 23; argento al Campionato italiano Under 23 nel singolo pl; quarto posto nel singolo pl ai Campionati del Mondo universitari di Sezged in Ungheria e riserva ai Campionati mondiali under 23 di Brest in Bielorussia. “Potevo fare meglio, ma sono felice per quello che sono riuscito a realizzare lo scorso anno. E’ stato un buon punto di partenza. Adesso aspiro a qualcosa in più. Sono un tipo ambizioso”.  
La carriera sportiva di Di Liberti riscuote successo al pari di quella universitaria. E’ iscritto al 3° anno del corso di laurea in medicina e chirurgia, con la media del 30, dopo essersi diplomato con il voto di 100/100 al liceo scientifico Basile. “Ci vuole organizzazione, concentrazione e tanta volontà. Io, poi, ho tanta passione sia per lo studio sia per il canottaggio. Fare qualcosa che ti piace è fondamentale. Piccole le dosi di divertimento. La vita sociale va modulata nel modo giusto. Mi ritengo comunque una persona fortunata”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati