Immigrati, Maroni: "Andrò in Sicilia con Berlusconi"

Il ministro degli Interni annuncia la visita sua e quella del premier. "Visioneremo una struttura che potrebbe ospitare i clandestini. Sicuramente l'emergenza migratoria di questi giorni non ha precedenti"

ROMA. "Ho sentito poco fa il premier Berlusconi e domani (oggi, ndr) andremo insieme in Sicilia, nel catanese, per visionare una struttura che potrebbe ospitare immigranti tunisini arrivati in questi giorni a Lampedusa. C'é il rischio che decine di migliaia di persone siano pronte a partire dalla Tunisia. L'emergenza migratoria di questi giorni  non ha precedenti nelle stagioni passate: nel 2008, quando ci fu il picco, arrivarono 38 mila clandestini in Italia in tutto l'anno; ora sono arrivati in un mese cinquemila. Se va avanti così si arriverà a superare quota 80.000". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, in una conferenza stampa alla fine della riunione del Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza. In una lettera formale inviata alla Commissione europea, l'Italia ha chiesto uno stanziamento di 100 milioni di euro per fronteggiare l'emergenza immigrazione ed nuovo ruolo, operativo, di Frontex, l'Agenzia europea delle frontiere. Inoltre, spiega il ministro, "abbiamo deciso di chiedere al governo un contingente di 200 militari in più che potrebbero servire a controllare le strutture in cui sono ospitati i cinquemila clandestini arrivati nell'ultimo mese a Lampedusa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati