Minacciarono collaboratore di giustizia: chiesti quattro rinvii a giudizio

MESSINA. Il sostituto procuratore della Dda, Fabio D'Anna ha chiesto quattro rinvii a giudizio nei confronti del boss tortoriciano Sebastiano Bontempo Scavo, e di Michele Siracusano, Agostino Segreto e Salvatore Muscarà con l'accusa di minacce aggravate e violenza privata. I quattro secondo l'accusa avrebbero minacciato di morte il collaboratore di giustizia Emanuele Merenda. Quest'ultimo faceva parte del clan Bontempo Scavo e si occupava delle estorsioni a commercianti ed imprenditori della zona dei Nebrodi e del barcellonese, ma secondo il boss Bontempo Scavo tratteneva per sé alcune somme di denaro. Bontempo Scavo si recò quindi con gli altri tre componenti del clan a casa di Merenda minacciandolo di morte se non avesse restituito il denaro. Merenda si rivolse agli investigatori e iniziò quindi a collaborare descrivendo tutte le estorsioni gli attentati, e le minacce effettuate dal clan nei confronti dei commercianti della zona tirrenica del messinese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati