La Juve vince, Del Neri: con le punte vere è un'altra cosa

I bianconeri si impongono a Cagliari grazie alla doppietta dell'ex Matri e al gol di Toni. Il tecnico: "Abbiamo i finalizzatori e arrivano i risultati"

CAGLIARI. Seconda doppietta consecutiva al Sant'Elia, ma questa volta con una maglia diversa, quella della Juve. Fischiato e contestato, Alessandro Matri ha risposto con quello che sa fare meglio, i gol. "Gioia personale per le reti
e la vittoria: la Juve veniva da un periodo non positivo, con questa vittoria entriamo in una nuova fase". Sei giorni fa, però, la casacca era rossoblù: "Strano essere a Cagliari con una maglia diversa, fino a domenica ero qui. E' la prima volta che mi capita di giocare con una ex squadra. La reazione dei tifosi si può capire, ma non è un problema. Certo, avrei preferito un'accoglienza migliore: il Cagliari mi ha dato tanto, ma qualcosina l'ho data anch'io. All'inizio molta emozione: sono riuscito a non esultare per rispetto a compagni e società. Ora aspetto la sfida con l'Inter: mi intriga moltissimo".
Raggiante Gigi Delneri: un ringraziamento all'ultimo calciomercato e soprattutto al suo nuovo bomber. "La Juve dal 6 gennaio non aveva attaccanti, ora abbiamo i finalizzatori: questi sono i risultati. Ma quando avevamo le punte le cose, con Quagliarella e Iaquinta, erano andate molto bene". E poi si coccola il suo nuovo gioiello: "Matri? Lo avevo visto bene a Palermo e continuo a vederlo molto bene: è un ragazzo dalle prospettive importanti e per questo abbiamo fatto bene a prenderlo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati