Tre morti in dodici ore, mattanza sulle strade siciliane

Due incidenti nell'Agrigentino, uno sulla Palermo-Messina. Gravissimo scontro alle porte di Vittoria

PALERMO. Tre morti nelle ultime dodici ore, oltre ad un ventenne in gravissime condizioni . E' questo il bilancio della "mattanza" lungo le strade siciliane: da Palermo a Ragusa, passando per Agrigento. Un invito alla prudenza e un allarme allo stato delle strade siciliane era stato lanciato nei giorni scorsi dal Giornale di Sicilia. Un sos sempre più attuale, dopo il terribile incidente di domenica scorsa in cui è stata sterminata un'intera famiglia palermitana.



AGRIGENTO, MORTO MENTRE VA A SCUOLA
Un 18enne, IGOR D'ALESSANDRO, di Agrigento, è morto ieri all'ospedale Civico di Palermo, dove era stato trasferito dopo l'incidente stradale in cui era rimasto gravemente ferito in mattinata. D'Alessandro, a bordo del proprio ciclomotore, si stava recando a scuola quando, in via Unità d'Italia, si è schiantato prima contro la parte posteriore di un pullman di linea, poi è volato via dalla sella, sbattendo la testa contro l'Opel Meriva che sopraggiungeva nell'opposto senso di marcia. Il casco a scodella che indossava non gli è servito a nulla. Dopo un primo ricovero nell'ospedale di Agrigento, il 18enne é stato trasferito a Palermo, dove nel pomeriggio è deceduto.



SCONTRO FATALE FRA CANICATTI' E CAMPOBELLO
Un uomo di 34 anni, PAOLO ALAIMO, dipendente dell'Agenzia delle entrate di Licata (AG), è morto in seguito a un incidente stradale verificatosi nella notte lungo la Statale 123 che collega Canicattì con Campobello di Licata. Alaimo era alla guida di una Fiat Marea, assieme ad altri due coetanei quando, per cause ancora in corso d'accertamento da parte dei carabinieri, la vettura è uscita fuori strada ed è finita in un dirupo. Gli altri due occupanti sono rimasti feriti, uno dei quali sembrerebbe in maniera grave, e sono stati trasportati all'ospedale Barone Lombardo di Canicattì. E' in gravi condizioni uno dei feriti, CALOGERO VELLA, 34 anni, di Naro. L'altro ferito, ROSARIO SALVO, dopo essere stato medicato è stato dimesso. Il sostituto procuratore titolare del fascicolo di inchiesta è Giacomo Forte, del tribunale di Agrigento.


UN'ALTRA VITTIMA SULLA A20
Incidente mortale all'interno della galleria Tindari dell'autostrada A20 Messina-Palermo. I mezzi coinvolti sono un tir e un'autovettura. Le auto provenienti da Palermo verso Messina sono obbligate ad uscire al casello di Patti per proseguire sulla strada nazionale SS 113 e quelli provenienti da Messina in direzione Palermo all'uscita di Falcone. La vittima dell'incidente si chiama SIGNORINO LENZO, aveva 42 anni ed era di Capo D'Orlando. L'uomo si trovava alla guida di un'Opel Vectra station wagon.  Durante l'incolonnamento delle vetture, si è verificato un altro incidente: un'Opel Corsa si è ribaltata dopo una collissione con una Fiat 500, sulla Statale.


INCIDENTE ALLE PORTE DI VITTORIA
E' di due feriti, di cui uno molto grave, il bilancio di un incidente che si è verificato in contrada Alcerito, alle porte di Vittoria (Rg). Una Renault Clio, guidata da un giovane di vent'anni, è finita nella corsia opposta, scontrandosi con un camion carico di primizie della fascia trasformata. Nell'impatto, violentissimo, il giovane conducente della Clio, è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato con l'elisoccorso nel reparto di rianimazione - dove di trova in prognosi riservata - dell'ospedale Cannizzaro di Catania. Meno gravi le condizioni del 35enne camionista. Per lui, la prognosi è di 10 giorni. Si trova nel reparto di chirurgia dell'ospedale di Comiso (Rg).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati