Le pagelle di Carlo Brandaleone

Miccoli e Migliaccio i migliori, positive le prove di Pastore e Darmian. Ilicic sottotono

Sirigu 6
Una sufficienza stentata. Perché sul gol di Marchisio la sua respinta con i pugni e debole e centrale. Nella ripresa tarda un'uscita su Krasic. Si riscatta parzialmente nel finale, quando para con bravura una conclusione ravvicinata di Martinez.



Cassani 6


Dal suo piede parte il cross per il secondo gol del Palermo. E' molto stanco anche lui e limita le puntate in avanti. Marca Del Piero quando il capitano si allarga sulla sua zona del campo e dà una mano sulle incursioni di Marchisio.



Bovo 6,5


Preziosissimo il suo tacco all'inizio della ripresa, la botta di Matri sarebbe finita certamente in gol. Tiene unita una difesa a dir poco improvvisata, dà una mano ad Andelkovic e non perde mai la testa sul martellare della Juve.



Andelkovic 6


Si riprende una bella rivincita su Matri che a Cagliari, nell'unica partita dello sloveno in campionato, era andato in gol. Tiene con grande attenzione, non è elegante ma è efficace. Rapido negli spazi stretti, quando è in difficoltà spazza via.



Balzaretti sv


Solo dieci minuti nin campo, poi va fuori per un problema al flessore.



Darmian 6,5


Una delle sorprese più belle della giornata. Entra a freddo quando Balzaretti si fa male e va a marcare l'avversario più pericoloso, ovvero Krasic. Gioca con grande personalità, un giocatore ben diverso da quello che aveva fatto poco in Europa.



Migliaccio 7


Firma la vittoria con una "zuccata" delle sue. Con perfetta scelta di tempo beffa sia Chiellini che Buffon, due mostri sacri nelle palle alte. Tutta la sua gara è da incorniciare, in mezzo al campo si oppone con coraggio ai bianconeri ritardandone spesso l'azione.



Bacinovic 6,5


Una prestazione dai due volti. In fase di costruzione è confuso, fatica a fare girare la palla e non dà mai "aria" alla manovra. Ma in fase di interdizione è un mastino formidabile. Va a mordere i polpacci di Aquilani e Melo, non ha paura di nulla, non si arrende mai.



Nocerino 6,5


Non si arrende mai, benché sia evidente la sua fatica. Tampona su Krasic andando spesso ad aiutare Darmian. In fase offensiva si vede principalmente per un bel lancio per Pastore alla fine del primo tempo. Anche lui finisce la gara stremato.



Ilicic 5,5


E' il più affaticato di tutti. Rossi forse avrebbe evitato di schierarlo. Per un tempo resta in campo come un fantasma, Prova un paio di controlli che non gli riescono, mettendo a rischio l'equilibrio della sua squadra e i nervi degli spettatori. Così all'inizio del secondo tempo Rossi lo tira fuori.



Pastore 6,5


La curva nord gli dedica un grande striscione di incoraggiamento per l'errore di Milano. Pastore reagisce con una prestazione generosa e umile. Non è al massimo fisicamente ma non si tira mai indietro. Splendida la sua azione sul gol di Miccoli. Gioca a tutto campo sacrificandosi anche in difesa. Anche il corner da cui nasce il raddoppio nasce da una sua iniziativa.



Miccoli 7


Sempre lui. Il suo gol sblocca la partita, potrebbe segnare ancora nel finale ma calcia male, evidentemente in debito di forze. Contro la Juve segna quasi sempre, una specie di vendetta postuma e infinita. Gioca una gara generosissima.



Kasami 6


Va in campo al posto di Ilicic. E' più fresco dello sloveno, corre meglio, tampona e riparte, ma non sempre in modo lucido. Così, lui che non dovrebbe sbaglia qualche appoggio di troppo in mezzo al campo.



Paolucci sv


Pochi minuti nel tentativo di tenere lontana la palla dalla propria area. Un debutto quantomeno fortunato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati