Catania ricorda Filippo Raciti

Quattro anni fa la morte dell’ispettore in occasione del derby di calcio col Palermo. Corona di alloro sulla tomba, messa nella cattedrale di Acireale

CATANIA. Una breve e commossa cerimonia nel piazzale antistante lo stadio Angelo Massimino ha aperto, stamattina, la giornata di commemorazione per il quarto anniversario della morte dell'ispettore capo della polizia di Stato, Filippo Raciti, ucciso la sera del 2 febbraio 2007, negli  scontri avvenuti in occasione del derby regionale del campionato  di calcio di Serie A, tra Catania e Palermo, nei pressi del  Massimino. Dopo la deposizione di un mazzo di fiori, davanti alla targa dedicata all'ispettore, la vedova Marisa Grasso, il questore  Domenico Pinzello e le altre autorità presenti si sono recati nel cimitero di Acireale per deporre una corona d'alloro sulla  tomba del poliziotto. Alle 10,30, nella cattedrale di Acireale, il vescovo Pio Vittorio Vigo ha infine celebrato una messa. Alla  funzione hanno partecipato pure i genitori di Raciti. Il Catania, che proprio stasera a Cesena torna a disputare una partita ufficiale nella stessa data in cui si verificarono gli  incidenti nel derby siciliano, ha ricordato l'ispettore di  polizia con una nota sul proprio sito web ufficiale.     

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati