Tassa sui rifiuti a Palermo, il Tar: stop ai rimborsi

Secondo il tribunale amministrativo sono illegittimi solo gli aumenti del 2006. Per gli anni successivi non deve esserci alcun risarcimento dal Comune

PALERMO. Rimborso sull’aumento illegittimo della tassa sui rifiuti, ma solo per il 2006. Secondo il Tar, gli aumenti confermati dall’amministrazione negli anni successivi sono regolari. Il Tribunale amministrativo ha dunque respinto il ricorso di Confindustria, che chiedeva che l’incremento della Tarsu (+75 per cento) andava annullato anche per gli anni successivi. Ma non per i giudici amministrativi, poiché l’adozione dell’aumento anno per anno «implica nuove e ulteriori valutazioni di interessi» e «l’immediata impugnazione dell’atto presupponente non fa venire meno la necessità di impugnare l’atto successivo». Se il Tar avesse accolto il punto di vista di Confindustria questo avrebbe significato un rimborso di 170 milioni di euro, ha spiegato il ragioniere generale del Comune, Paolo Basile. Maggiori dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati