Calcio, giocatore del Lampedusa squalificato per 5 anni

Il verdetto nei confronti di Antonio Davì che ha colpito con un pugno l'arbitro nel match contro l'Aspra. Quattro giornate a Barreca

AGRIGENTO. Il calciatore Antonino Davì, che milita nel Lampedusa, è stato squalificato per cinque anni, in pratica fino al 31 gennaio 2016. La decisione è stata presa dal Giudice sportivo del Comitato regionale siculo della Figc, Pietro Accurso, "per contegno irriguardoso, offensivo, minaccioso ed aggressivo nei confronti dell'arbitro; nonché per avere colpito lo stesso giudice di gara con un violento pugno al volto".
Quattro giornate di squalifica sono state inflitte, invece, a Vincenzo Barreca, un altro calciatore del Lampedusa, "per contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell'arbitro". Gli episodi di violenza si sono verificati in occasione della partita contro l'Aspra che il Lampedusa ha perso in casa per 2-1. Il match era valido per la 17/a giornata del Girone B del campionato di Prima categoria di calcio. L'arbitro aggredito si chiama Gianmario Bonomo, appartiene dalla sezione di Marsala (Tp) ed è stato costretto a lasciare il campo sportivo dell'isola ancora con la divisa addosso, scortato dai carabinieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati