Legge elettorale, via libera in Commissione

PALERMO. La commissione Affari istituzionali dell'Ars ha approvato il testo della riforma della legge elettorale per gli enti locali. Il disegno di legge è stato approvato dalle forze di maggioranza (Terzo polo e Pd) mentre i rappresentanti dell'opposizione (Pdl, Pid e Fds) hanno abbandonato i lavori della commissione.
Sulla nuova legge, all’Ars, si è consumato nelle ultime ore un vero e proprio scontro istituzionale. Raffaele Lombardo aveva già annunciato che Nuovo Polo e Pd sarebbero andati avanti anche a colpi di maggioranza – così come riportato sul Giornale di Sicilia in edicola oggi. Una risposta chiara alla lettera con cui il presidente dell’Ars, Francesco Cascio, ha intimato al presidente della commissione Affari istituzionali, l’autonomista Riccardo Minardo, di bloccare l’esame della legge. Un invito, a quanto sembra, caduto nel vuoto visto il via libera arrivato oggi. La commissione, infatti, non si è fermata.
Lombardo si è detto comunque pronto al confronto con Pdl, Pid e Forza del Sud. Ma ha ribadito di volere una riforma che punta sulla scheda unica in cui sia obbligatorio esprimere la preferenza sia per il candidato sindaco che per il consigliere, senza che il voto per il secondo si estenda automaticamente al primo (come invece avviene oggi).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati