Il Papa ai giovani: "Sì ai social network, ma senza trucchi e falsi profili"

Benedetto XVI nel suo messaggio in occasione della 45^ Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali: "Nuove opportunità di dialogo, scambio e solidarietà, ma niente mondi paralleli"

Sicilia, Società

CITTA' DEL VATICANO. I "social network", a cui sempre più persone, soprattutto giovani, partecipano su Internet, offrono nuove opportunità di "condivisione", quindi di "dialogo, scambio, solidarietà e creazione di relazioni positive". Occorre però "evitarne i pericoli", quali "il rifugiarsi in una sorta di mondo parallelo, o l'eccessiva esposizione al mondo virtuale". E' quanto afferma Benedetto XVI nel suo messaggio per la 45/a Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali, sul tema "Verità, annuncio e autenticità di vita nell'era digitale".
Nella partecipazione ai "social network" e nella ricerca di un sempre maggior numero di "amici", bisogna sempre essere "fedeli a se stessi" e mai cedere a trucchi o "illusioni" come la creazione di una falsa identità attraverso il proprio "profilo". E' il monito che il Papa lancia, in particolare ai giovani, nel suo messaggio per la 45/a Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali. "Nella ricerca di condivisione, di 'amicizie' - afferma il Pontefice -, ci si trova di fronte alla sfida dell'essere autentici, fedeli a se stessi, senza cedere all'illusione di costruire artificialmente il proprio 'profilo' pubblico".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati