Sentenza Cuffaro, Messineo: confermato impianto accusatorio

PALERMO. "Mantengo la linea dell'ufficio, che è quella di non commentare le sentenze in nessun caso. Quello che posso dire è che la sentenza della Cassazione conferma l'impianto accusatorio sostenuto dalla procura in primo grado e cioé: il favoreggiamento, con l'aggravante mafiosa che il Tribunale aveva invece respinto". Così il procuratore di Palermo, Francesco Messineo, commenta la decisione della Cassazione, che ha confermato la condanna sette anni per l'ex presidente della Regione siciliana, Salvatore Cuffaro, accusato di favoreggiamento aggravato a Cosa nostra.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati