Riggio: "Il radar wind shear a Reggio Calabria"

L'annuncio del presidente dell'Enac dopo le proteste del sindaco di Isola delle Femmine e del comitato cittadino: l'antenna non sarà installata al Falcone Borsellino, la sperimentazione fuori dalla Sicilia

PALERMO. Il radar sperimentale per monitorare il fenomeno dei venti di caduta, il cosiddetto wind shear, sarà realizzato nell'aeroporto di Reggio Calabria invece che in quello di Palermo, dove ha incontrato l'opposizione del sindaco di Isola delle Femmine e del comitato cittadino, che si sono espressi contro l'installazione dell'antenna nel territorio del comune che confina con Punta Raisi. Lo rende noto il presidente dell'Enac, Vito Riggio.
La decisione è stata assunta stamane dai vertici di Enac ed Enav, che hanno incontrato il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti. Il progetto, inserito nell'ambito di un accordo di programma, prevede un investimento di oltre 10 milioni di euro.
"A Palermo - dice Riggio - rimarranno i sensori lungo le piste e a mare - ma la vera sperimentazione, che ha una valenza mondiale, si svolgerà a Reggio Calabria". Il braccio di ferro con Isola delle Femmine è durato anni, e adesso c'é il rischio che parte delle somme comunitarie non possano più essere utilizzate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati